Installazione Manutenzione Impianti Elettrici

L'utilizzo della corrente elettrica è una costante per il funzionamento degli edifici; oggi, infatti, quasi tutto in una casa è azionato da dispositivi elettrici (dall’illuminazione agli elettrodomestici).
 
Per poter essere utilizzato al meglio, senza rischi per la sicurezza, è necessario assicurarsi che l’impianto elettrico sia sicuro, affidabile e in linea con il fabbisogno elettrico dell’abitazione.

I principali componenti di un impianto elettrico sono:
- il quadro elettrico o centralino, il ‘cuore’ dell’impianto;
- sistema di messa a terra che permette di scaricare a terra l’elettricità laddove ci fosse un improvviso picco di tensione;
- prese elettriche cioè l’interfaccia che permette l'allacciamento degli elettrodomestici e delle apparecchiature elettroniche alla corrente;
- interruttori, i dispositivi a muro che permettono l'accensione e lo spegnimento delle luci;
- circuiti elettrici;
- cavi conduttori di cui esistono principalmente tre tipologie, aventi funzioni diverse e generalmente riconoscibili per l'utilizzo di colori specifici.
 
Le norme in vigore contemplano una nuova concezione d’impianto che consente alle abitazioni di adeguarsi all’evoluzione imposta dalle nuove tecnologie (telecomunicazioni, domotica ecc) che spesso sono fruite in luoghi ed edifici costruiti secondo i canoni costruttivi del secolo scorso. Questa situazione potrebbe determinare un’incompatibilità strutturale e sfociare in situazioni di disagio o di pericolo se non si provvede all’adeguamento dell’impianto.
 
In particolare, la norma CEI 64-8 prevede obblighi che riguardano: il dimensionamento, il montante, l’interruttore generale, la doppia protezione differenziale; il collegamento degli scaricatori, lo spazio disponibile nel quadro elettrico domestico, la predisposizione delle infrastrutture degli impianti, la segnalazione stato luci esterne, il posizionamento di prese e comandi e le prese dati/telefono e TV.